Visto da destra

Intervista doppia: destra contro sinistra

Curiosi di sentire opinioni differenti? Allora non perdetevi la mia intervista doppia con Stefano Fracasso.

 

LETTERA AI SINDACI

Cari sindaci,

la giunta regionale del Veneto ha approvato i criteri di riparto per l’utilizzo del fondo di 5 milioni di euro finalizzato cofinanziare progetti che permettano l’impiego di disoccupati nello svolgimento di lavori di pubblica utilità  di carattere temporaneo e straordinario presso i Comuni, loro enti strumentali o società  partecipate.

Facciamo vedere ai nostri cittadini che mettiamo a disposizione tutta la nostre intelligenze e i nostri sforzi amministrativi anche in agosto per provare a risolvere i gravi problemi in cui versa il Veneto ed i veneti.

Di fronte ad una crisi che non sembra attenuarsi la Regione ha cercato di attuare meccanismi che allentino la morsa sui disoccupati di età  superiore ai 35 anni, che non percepiscono alcun tipo di ammortizzatore sociale o contributo pensionistico e che siano stati segnalati dai Servizi Sociali del Comune o dell’ ULSS o dai Centri per l’Impiego. In questo modo, tra l’altro, agiamo su persone senza reddito che comunque sono costrette a rivolgersi ai servizi sociali degli Enti Locali territoriali per avere un sostentamento economico, trasformando per così dire una spesa assistenziale in spesa “produttiva”, che contribuisce anche supportare e stimolare il rientro nel mercato del lavoro.

Collaboriamo per far ripartire il Veneto.

Qui potete scaricare la delibera.

L'innocenza dei Marò

Lunedì 29 luglio alle 20:30 Toni Capuozzo sarà  al Viest Hotel (uscita autostrada Vicenza est), ospite della Rete dei Patrioti per raccontare di come, sostituendosi di fatto allo Stato per amore dei nostri soldati, ha raccolto le prove che li scagionano.

Capuozzo si é dimostrano una volta di più un grande giornalista e un patriota, non si é fermato di fronte ad accuse che non rispondevano dell'onore dei nostri Incursori della Marina Militare e ha combattuto, con le sue armi, questa battaglia.

Mi piacerebbe che fossimo in tanti  il 29 a dire a lui grazie.

foto

Vi aspetto e fate girare l'invito.

Alcune delle mie interviste

75.000 ore donate alla Comunità  dalla penne nere di Bassano, Marostica e Asiago

 

Alpini, lavori gratis per 2 milioni di euro

 

Economia veneta, 110 milioni per rilanciarla

 

Divieto spritz. Prima fuori le auto, ora la gente

Il Comune di Bassano del Grappa ha imposto il divieto al popolare e tradizionale ritrovo serale.

Qualche anno fa Bassano era meta per la vita serale e notturna da parte di tutto il Veneto e la sua "fama" di città  vivace dalla bella gente era addirittura nazionale. Oggi abbiamo perso questa vitalità  e questa gioia di vivere che, per inciso, portava anche ricchezza oltre a rendere vivo il centro storico.

Ma vogliamo proprio distruggere il nostro centro storico? Dopo la chiusura alle auto, il coprifuoco alle persone? Non ci si rende conto che tutti questi divieti portano solo depressione serrande abbassate? Io conosco la mia città  e vedo quante attività  commerciali hanno chiuso, ma mi pare che l'attuale maggioranza non se ne renda conto.