ADUNATA ALPINI: A TRENTO OGGI LA MIGLIORE ITALIA. ORA AVVIRE SERIA RIFLESSIONE SU RIPRISTINO LEVA OBBLIGATORIA

Le premesse non erano state delle migliori: prima l'occupazione di Sociologia all'Università di Trento da parte di un gruppo legato a centri sociali di area anarchica, poi l'esposizione di frasi indecorose contro i nostri Alpini e infine i due attentati incendiari con i quali ignoti delinquenti hanno tentato di ostacolare il traffico ferroviario verso la Città.

Oggi a Trento tuttavia si è radunata l'Italia migliore, l'Italia solidale, l'Italia fraterna: oggi all'Adunata abbiamo visto sfilare l'appartenenza a una Nazione, il senso del dovere, l'essenza del vero volontariato. Ogni anno gli Alpini donano alla nostra Patria 2.351.561 ore lavorate: un equivalente economico, qualora pagato, di 64.714.958 euro. Per non parlare del ruolo che le Penne Nere hanno ricoperto nei due conflitti mondiali che hanno scandito il secolo scorso e nella storia della nostra Nazione.

L'Italia è ora matura per tornare ad affrontare temi come la reintroduzione della leva obbligatoria: a chiedercelo è una Nazione che sta perdendo i suoi riferimenti, preoccupata per le nuove generazioni che stanno crescendo senza conoscere e far propri i valori che stanno alla base del concetto stesso di Patria. Per questo sostengo la proposta dell'Associazione Nazionale Alpini, e spero che il nuovo governo, senza strumentalizzazioni e demagogia, arrivi ad affrontare questa importante tematica. W gli Alpini. W l'Italia

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna