LA LEVA MILITARE, COME LO SPORT...FA BENE!

Spesso si parla di competenze trasversali, di cittadinanza fatta di diritti e doveri, e non c’è dubbio che la leva militare abbia contribuito a costruire un senso di appartenenza, da nord a sud, tra i giovani italiani. Un senso di rispetto tra generazioni e spesso una classe dirigente che, dentro la leva, sceglieva percorsi di alta formazione come la scuola ufficiali. Nel mio ruolo di assessore al lavoro della Regione del Veneto, ho riscontrato che tra i migliori manager e imprenditori c’è chi in gioventù ha fatto, durante la naja, percorsi dentro le scuole ufficiali. Questi professionisti potrebbero essere oggi i migliori testimoni della reintroduzione di un servizio obbligatorio, casomai rivisto nei termini di durata ma che possa riportare quel valore formativo di cui oggi si sente la mancanza. Le Regioni italiane potrebbero usare parte dei loro fondi europei per la formazione nell’ambito del servizio civile da farsi anche nelle forze armate!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna