"FEMMINICIDIO. PREVEDERE È POSSIBILE?". A VENEZIA IL CONVEGNO CON VERA SLEPOJ E CARLO NORDIO

Si è svolto giovedì 15 giugno 2017, a Venezia, presso palazzo Ferro Fini, sede del Consiglio regionale del Veneto, il convegno dedicato al tema "Femminicidio. Prevedere è possibile?", un'occasione per analizzare le cause di un fenomeno che rappresenta una forma di emergenza criminale a forte impatto sociale.

La giornata di approfondimento, che ha visto la partecipazione della consigliera regionale della Sardegna Alessandra Zelda, è stata introdotta dal Presidente Roberto Ciambetti, dagli assessori regionali Elena Donazzan e Manuela Lanzarin, con i contributi della criminologa Flaminia Bolzan e della Consigliera di parità Sandra Miotto. 

Relatori del convegno, la psicoterapeuta Vera Slepoj e il magistrato Carlo Nordio.


Con Vera Slepoj ma anche con la collega sarda Alessandra Zedda, da oltre un anno ci interroghiamo su come riuscire a prevedere il fenomeno del femminicidio e quello più generale sulla violenza delle donne. È infatti mia volontà quella di lavorare sulla parte educativa con l'apporto di professionisti per evitare che, su temi importanti e sentiti come quelli trattati nel nostro convegno, ci si attivi soltanto come reazione ad un triste fatto di cronaca che ingenera le dinamiche che ormai tutti consociamo. Il nostro compito ambizioso deve essere quello di cambiare la cultura, di prevenire e prevedere questi fenomeni, utilizzando tutti gli strumenti possibili per evitare che accadano fatti drammatici, uno ogni tre giorni, come dicono tristemente le statistiche. Nelle scuole promuoveremo specifici percorsi di educazione alla affettività per dare spinta propulsiva ai nostri obiettivi.

 

Per maggiori informazioni sul convegno: http://bit.ly/2ssCGki

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna