News dalla regione veneto

Infracom Italia

Visitare le realtà  del territorio è sempre costruttivo per capire in che direzione stiamo andando. La scorsa settimana sono stata ad Infracom, ditta con sede a Verona: partiamo dalle eccellenze per rilanciare l’economia veneta.

Infracom Italia opera, sin dal 1999, sul mercato nazionale dei servizi di telecomunicazioni e datacenter. La rete proprietaria con copertura nazionale di oltre 9.000 km di cavo ottico, 6.500 metri quadri di data center a Milano e Verona interconnessi in alta affidabilità  e capacità , la Infracom telehouse, la più grande meet-me room italiana con accesso privilegiato al MIX, il peering point italiano, e la chiave per accedere al backbone internazionale, fanno di Infracom Italia un interlocutore unico in grado di proporre soluzioni su misura con standard di qualità  elevati.

foto 1

Mareno Ali Spa

Mi ero presa l'impegno di visitare l'azienda Mareno Ali Spa con il suo direttore generale, il Dott. Imazio, in occasione di un gruppo di lavoro fatto a Belluno con aziende del settore del freddo.

Come mi capita spesso e grazie a Dio, mi sono stupita di questo gioiello. Nasce come Mareno e produceva ieri come oggi prodotti avanzati per la grande ristorazione. Un marchio storico che aveva avuto qualche vicissitudine e poi é stato acquistato da un imprenditore piemontese lungimirante e discreto come solo la scuola sabauda sa essere. Oggi ALI Group, con all'interno anche Mareno Ali SPA é leader nel mondo con i suoi 75 brand associati, ha numeri da capogiro e continua a produrre magnifici prodotti, di alta sartoria meccanica, in Italia. La forza, a detta del dr Imazio, é che sono un grandissimo gruppo, internazionalizzato, competente ed efficiente con responsabilità¡, flessibilità  e l'autonomia mantenute per ciascuna singola azienda del gruppo. Addirittura con una sana competizione all'interno e continua a crescere.

Il Dott. Imazio poi é un dirigente preparato, intelligente e molto attaccato alla azienda, quasi fosse sua. Un napoletano che sembra tedesco, molto attento ai dettagli....ha avuto la bontà  di leggere il mio sito, la presentazione di me e alla fine, coinvolgendo le rappresentanze sindacali interne mi ha fatto omaggio, non di un fiore, ma di un diffusore d'ambiente.

Questione di stile!

130708 Ali Spa

Schio Design Festival

Ecco il gruppo di professionisti che si sono inventati Schio Design Festival, una manifestazione che fa 5.000 visitatori in una fabbrica di archeologia industriale della fine dell'800 tornata a "filare" reti di relazioni attorno al design e la cosa assolutamente originale é che applicano il design a tutto ciò che non é arredo/moda/casa. Abbinano un design "maestro" e un allievo ad una azienda e ....producono! Prossimo appuntamento settembre 2013. Io ci sarò e inviterò le aziende più attente ad esserci.

Hanno già  dei campioni nel loro carnet: la Fabbrica Pinze Schio, faceva pinze, ma le pinze non "tiravano" più ed ecco che il partenariato ha portato ad un nuovo prodotto di posaterie per eventi tutto biodegradabile con cui hanno vinto l'appalto per le Olimpiadi di Londra. Ecco i nostri campioni del mondo! Sarò in visita da loro al più presto .

130708 Schio Design Festival

TEXA, azienda leader nella costruzione di strumenti per diagnosi e autodiagnosi

Sono fiera di segnalare la realtà  di Texa, gioiellino dell'automotiv da 50 milioni di fatturato che ha saputo affrontare in maniera costruttiva la crisi economica, passando dai 40 dipendenti del 2001 ai 450 di oggi. Ed è proprio per la gestione, la cura del personale e il suo approccio ai mercati, che è divenuto un modello per il nostro territorio.

TEXA Facciata

1. In cosa è specializzata la vostra azienda?
TEXA, acronimo di “Tecnologie Elettroniche X l’Automotive”, fondata nel 1992 da Bruno Vianello assieme all’amico e socio Manuele Cavalli, è oggi tra i leader mondiali nella progettazione, industrializzazione e costruzione di strumenti diagnostici multimarca, analizzatori per gas di scarico, stazioni per la manutenzione dell’aria condizionata, dispositivi per la telediagnosi, per autovetture, moto, camion, imbarcazioni e mezzi agricoli.

Presente in tutto il mondo con una capillare rete di distribuzione, commercializza direttamente in Spagna, Francia, Gran Bretagna, Germania, Stati Uniti, Polonia, Russia e Giappone tramite filiali. Attualmente sono circa 450 i dipendenti nel mondo: una forza lavoro giovane, laureata per il 45%, tra cui circa 100 ingegneri e specialisti impegnati nell’ambito Ricerca e Sviluppo.

TEXA nasce intercettando un cambiamento che agli inizi degli anni ’90 muta l’approccio del meccanico verso la riparazione dei veicoli. L’introduzione dell’elettronica nei motori e la nascita di una figura professionale ibrida, definita oggi del “Meccatronico”, spinge TEXA all’elaborazione di soluzioni altamente tecnologiche e d’avanguardia, ma allo stesso tempo di facile utilizzo e che non trascurano il design, sempre più moderno, accattivante ed ergonomico.

2. Qual è il segreto del vostro successo?
Il successo di TEXA deriva dal costante sviluppo di nuove soluzioni e dalla ricerca della più elevata qualità .

L’azienda continua a progettare con lo sguardo rivolto al futuro e alle nuove richieste legate alla diffusione dei nuovi mezzi e delle nuove tecnologie. TEXA ha rivoluzionato il settore introducendo notevoli cambiamenti nell’ambito della diagnosi, dell’analisi gas di scarico e della ricarica aria condizionata raggiungendo importanti risultati come testimoniano i premi conseguiti negli anni e che contribuiscono a confermarne il carattere estremamente innovativo.

La produzione per cinque diversi ambienti di lavoro (CAR, BIKE, TRUCK, OFF-HIGHWAY e MARINE) di prodotti realizzati su moderne linee automatizzate e seguendo le scrupolose direttive dello standard ISO TS 16949, destinato ai fornitori di primo equipaggiamento del settore automotive, è volta a mantenere livelli di eccellenza che si riflettono direttamente sulla qualità  degli strumenti.

TEXA Vianello

3. Obiettivi per il futuro?
TEXA vuole consolidare la propria posizione di leader nel mercato di riferimento mantenendo però ben chiari i valori che hanno permesso all’azienda di raggiungere gli obiettivi che hanno caratterizzato i suoi primi 20 anni di vita. Emergere in nuovi mercati geograficamente e culturalmente lontani, soddisfando quelle che saranno le richieste e le esigenze delle diverse realtà  è il fine da perseguire nei prossimi anni.

La sfida che il vertice aziendale si pone è continuare ad essere un modello di innovazione e di qualità , proseguendo nella ricerca delle migliori soluzioni tecnologiche ed anticipando la continua evoluzione dei veicoli.

Tutto questo, senza mai scordare da dove si è partiti e chi ha contribuito a rendere possibile tutto quello che TEXA ha creato negli anni: le persone e il territorio che, da sempre, sono l’anima e il motore dell’impresa. TEXA continuerà  ad investire nelle capacità  individuali e personali di ciascun collaboratore mantenendo forte l’impegno “sociale” verso i propri “appartenenti”.

www.texa.com 

 

 

Un giovane genio del violino

Giovanni Andrea Zanon è un esempio luminoso della cultura italiana e veneta nel mondo, un esempio magnifico perché dato da un ragazzo di quindici anni che ha messo il suo enorme e già  universalmente riconosciuto talento al servizio della cultura e dell’arte.

L'Assessore Elena Donazzan ha incontrato Giovanni Andrea lo scorso 18 giugno e gli ha consegnato la targa della Regione Veneto in segno di ammirazione e di ringraziamento.

Il giovane virtuoso di Castelfranco Veneto (Treviso), già  vincitore di molti concorsi nazionali e internazionali tra cui quello di Novosibirsk in Russia (dove per la prima volta ha vinto un musicista italiano), recentemente esibitosi alla Carnegie Hall di New York, e al 10° anno di conservatorio ‘Benedetto Marcello’ a Venezia, ha suonato dal vivo per l’Assessore veneta  il Capriccio Basco di Serasate.