News dalla regione veneto

REGIONE DESTINA 1,496 MILIONI DI EURO ALL'AMPLIAMENTO E SISTEMAZIONE DI EDIFICI SCOLASTICI

Prosegue l'impegno della Regione Veneto nel riqualificare il patrimonio scolastico, con particolare attenzione alla scuola dell'obbligo e della prima infanzia, statale o paritaria: grazie alle risorse che abbiamo messo a disposizione, è possibile scorrere le graduatorie approvate a giugno dello scorso anno e finanziare così altri 41 interventi di ampliamento, completamento e sistemazione di edifici scolastici.

Il provvedimento approvato oggi dalla Giunta regionale fa riferimento a un bando dello scorso anno e prevede l'assegnazione di contributi a 28 soggetti pubblici, per un ammontare di 1 milione e 16 mila euro, e a 13 soggetti privati, per circa 480 mila euro.

 

SCUOLA: "LOGISTICA SETTORE DEL FUTURO, 4 SU 5 OCCUPATI ENTRO UN ANNO"

I 1300 studenti che usciranno tra un anno dai 32 corsi di alta formazione attualmente attivi in Veneto hanno la certezza di trovare un lavoro coerente con il proprio diploma nel giro di pochi giorni, al massimo di pochi mesi. In particolare, per l'Istituto tecnico superiore per la logistica 'Marco Polo', le statistiche ministeriali documentano che 4 allievi su 5 trovano lavoro qualificato entro un anno dal conseguimento del diploma.

Il Logistics Career Day organizzato dal Consorzio Formazione Logistica Intermodale-CFLI (società di formazione del Porto di Venezia), con l'Autorità di Sistema Portuale dell'Adriatico Settentrionale e con Academy-ITS Marco Polo mette sotto i riflettori l'offerta dei percorsi formativi del settore presenti nel territorio e in particolare quelli dell'alta formazione alternativa all'università, con l'obiettivo di stimolare studenti e famiglie a fare una scelta consapevole e ben orientata rispetto al futuro inserimento professionale.

I percorsi di formazione tecnica superiore negli Istituti Tecnici Superiori, che chiamiamo Academy per l'alta qualità del loro livello formativo, hanno un successo garantito perchè almeno il 30 per cento del percorso formativo si svolge in azienda, il 50 per cento dei docenti proviene dalle imprese, e alla guida della fondazione che sovrintende il percorso di formazione siede un imprenditore. La Regione Veneto otto anni fa è stata l'incubatrice di questa formula. E continua a sostenerla, con convinzione, stanziando ogni anno oltre 3 milioni di contributi. I risultati? Sono sotto gli occhi di tutti.

Delle sette fondazioni venete 4 sono nella classifica dei dieci istituti migliori di Italia per occupazione immediata e qualificata dei propri allievi. In particolare, per l'Its Marco Polo, le statistiche ministeriali documentano che 4 allievi su 5 trovano lavoro qualificato entro un anno dal conseguimento del diploma. La logistica, in tutte le sue declinazioni, è uno dei settori strategici per la crescita e la competitività del sistema economico del Nordest e del Paese, e avrà sempre più bisogno di nuove figure professionali, che sappiano coniugare, in modo ibrido e trasversale, nuove abilità e competenze tradizionali.

BtoB SULLA RICERCA: NASCE IN VENETO LA PRIMA 'BORSA' PER RICERCATORI

La Regione Veneto è impegnata nel promuovere iniziative che possano favorire il raccordo tra il mondo della formazione e le imprese, e non solo sul nostro territorio. Siamo pertanto orgogliosi di collaborare all'organizzazione della 'Borsa della Ricerca forDoc', perché, per la prima volta a livello nazionale, viene organizzato un evento concreto per l'inserimento dei dottori di ricerca nel mondo del lavoro. L'auspicio è che diventi un appuntamento stabile, fondamentale per quanti sono interessati alla crescita ed alla competitività del nostro Paese. La Borsa sarà. inoltre, banco di prova per i nostri atenei che, oltre alle tradizionali funzioni di didattica e di ricerca, hanno anche la 'mission' di dialogare con il territorio e di 'seminare' professionalità e conoscenze, creando cosi' le condizioni per creare brevetti e spin off.

AI LAVORATORI TRONY DEL VENETO “REGIONE IN CAMPO PER TAVOLO NAZIONALE SU PROSPETTIVE DEL SETTORE E DIFESA COMPETENZA MAESTRANZE”

Insieme allo staff dell'unità di crisi ho incontrato i rappresentanti sindacali dei dipendenti dei punti vendita Trony del Veneto, coinvolti nel fallimento della società Dps Group srl, che conta 43 negozi di vendita elettrodomestici in tutta Italia per un totale di 500 occupati, di cui 100 in Veneto, distribuiti tra Verona, Rubano, Albignasego, Conselve, Santa Maria di Sala e Zerobranco.

I lavoratori hanno espresso tutta la loro preoccupazione per la sorte dei punti di vendita veneti, e per il loro futuro, vista la duplice natura della crisi nella quale sono coinvolti, che è sia di natura imprenditoriale che di settore, a causa della competizione dell'online.

La Regione Veneto è accanto ai dipendenti e già da tempo ho avviato una interlocuzione diretta con il Ministero dello sviluppo economico in considerazione dell'evoluzione del settore e degli scenari di crisi che gravano sulla distribuzionale tradizionale. Ora, in considerazione del precipitare degli eventi, la Regione chiede l'apertura di un tavolo nazionale di crisi, che affronti le problematiche legate alla particolare evoluzione del settore e, in particolare, il caso specifico degli 'stores' Trony. Uno degli obiettivi possibili è tentare di fare emergere eventuali manifestazione di interesse, anche per i punti vendita del Veneto. La competenza, le conoscenze tecniche e le capacità dei dipendenti fanno la differenza e rappresentano un valore aggiunto che può rendere appetibili eventuali operazioni di acquisizione.

MOSTRA DIVENTA TESI DI LAUREA: L'ARTE È FUCINA DI NUOVE PROFESSIONI IBRIDE

La mostra itinerante "4444 Acqua e Fuoco" allestita a Bassano del Grappa, a palazzo Bonaguro, si è guadagnata anche un diploma di laurea all'Università Iuav di Venezia. Merito di Giorgia Verì, che con la sua videoistallazione ha affiancato il percorso creativo ed espositivo di Marco Martalar e Toni Venzo, ricavando dal progetto di videoarte la tesi per il master di primo livello in Digital Exhibit. La tesi è stata discussa in questi giorni all'Istituto universitario di architettura di Venezia, responsabile scientifico Francesco Guerra , relatrice Cristina Barbiani, ottenendo il massimo dei voti.

L'arte è di per sé contaminazione di saperi e competenze e dà vita a nuove professioni. Genera interessi, attività e nuova economia. In questo caso, Giorgia Verì ha creato un progetto comunicazione digitale, un evento culturale che è diventato arte performativa, videomappa delle esperienze artistiche di Martalar e Venzo. La suo lavoro di videocomunicazione ricrea, con linguaggio multimediale, il viaggio del legno dai boschi dell'altopiano alla laguna, attraverso gli elementi primordiali dell'acqua e del fuoco. Ha creato una mappa concettuale per leggere e vivere le opere dei due artisti vicentini, il primo asiaghese e il secondo della Valbrenta.

Patrocinata dal Consiglio Regionale del Veneto, la mostra "4444 (come i gradini della Calà del Sasso che unisce l'altopiano di Asiago con Valstagna) acqua e fuoco", è realizzata dall'associazione artistica e culturale Selvart; dopo aver esordito lo scorso anno al Museo delle Carceri dell'altopiano di Asiago, la mostra resterà a Bassano sino a Pasqua e in autunno approderà a Venezia.

article