News dalla regione veneto

VARIAZIONE DI BILANCIO A SOSTEGNO DI INTERVENTI IN MATERIA DI FORMAZIONE E LAVORO

La giunta veneta ha licenziato un disegno di legge che apporta al bilancio di previsione 2018-2020 una variazione negli stanziamenti di spesa.

Questo spostamento di risorse resesi disponibili assicurerà al sistema formativo regionale di funzionare al meglio, senza rischi di interruzioni dannose. A metà del ciclo 2014-2020 è ancora troppo presto per fare bilanci, ma una sospensione delle iniziative avrebbe rappresentato un ostacolo insostenibile per un sistema formativo regionale che sempre più frequentemente è individuato come eccellente anche da organismi di valutazione indipendente. Nei giorni scorsi, ad esempio, il monitoraggio che Indire, autorevole centro di ricerca del Ministero dell'Istruzione, ha costruito sui percorsi biennali post diploma ITS Academy ha visto il Veneto eccellere a livello nazionale. Sono eccellenze alle quali assicuriamo respiro anche per il 2018.

CAMERE DI COMMERCIO: LA RIFORMA IN VENETO FAVORISCE RAPPORTO SCUOLA-LAVORO

Ho incontrato oggi, a palazzo Ferro-Fini, a margine dei lavori consiliari, il Presidente dell'Unione delle Camere di commercio del Veneto Veneto Mario Pozza e il segretario generale Roberto Crosta. Al centro dell'incontro, al quale ha partecipato anche Santo Romano, responsabile aerea capitale umano, cultura e programmazione della Regione Veneto, la presentazione del nuovo assetto camerale del Veneto, all'indomani della riforma che ha portato ad un nuovo ruolo delle Camere e alla riorganizzazione sostanziale dei servizi e delle realtà provinciale.

Tre i punti salienti di collaborazione messi a fuoco : il rapporto tra scuola e lavoro; l'orientamento al lavoro; turismo e cultura.

La riforma degli enti camerali ha trovato in Veneto, come sempre, una efficace reazione. La scelta di aumentare il contributo delle imprese destinandolo al potenziamento del rapporto tra scuola e lavoro trova il pieno e convinto sostegno della Regione.

Gli obiettivi di aumentare il numero di aziende iscritte agli elenchi dell'alternanza scuola-lavoro in Veneto e di valorizzare nel mondo dell'impresa la conoscenza dei percorsi di istruzione tecnica superiore (le fondazioni ITS Academy) che vedono il Veneto ai primissimi posti in Italia per qualità formativa e indice di occupazione post-diploma, coincidono con le strategie regionali volte a favorire l'incontro diretto tra mondo della formazione e mondo del lavoro e la collaborazione reciproca tra scuola e imprese.

MOSTRA DEL CANOVA A NEW YORK, IMPERDIBILE OCCASIONE PER PROMUOVERE IL VENETO DEL GRANDE ARTISTA

Sapere che tra breve anche New York ospiterà una mostra dedicata a Canova, un grande veneto, il più importante scultore neoclassico, la cui opera ha contribuito a impreziosire e diffondere l'arte italiana nel mondo, riempie di orgoglio e di soddisfazione.

La mostra è organizzata da Xavier F. Salomon, capo curatore della Frick Collection, in collaborazione con Mario Guderzo, direttore della Gypsotheca e Museo Antonio Canova, la Venice International Foundation e la Friends of Venice Italy Inc

Iniziative come questa hanno il pregio di favorire un livello superiore di cultura, ma anche di creare relazioni capaci di promuovere flussi turistici di qualità verso i nostri territori. Un turismo per il quale stiamo lavorando anche in termini formativi, per preparare al meglio quanti operano nella vasta filiera dell'accoglienza.

I luoghi del Canova, come la Gypsotheca e il Museo di Possagno splendidamente curati dal direttore Mario Guderzo, sono già oggi un forte elemento di attrattività turistica e rappresentano una delle eccellenze della Pedemontana, un'area che ha molto da offrire dal punto di vista non solo culturale, ma anche ambientale e delle produzioni di pregio: un territorio dalla vocazione turistica certa ma ancora con grandi margini di crescita.

Dopo la sua permanenza alla Frick, la mostra sarà ospitata dalla Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno a partire dall'11 novembre 2018

UNIVERSITA'. RIUNITO A VENEZIA TAVOLO RAPPRESENTANZE STUDENTESCHE. "IMPEGNO REGIONE SUPERIORE A OBBLIGHI NAZIONALI"

Il Tavolo Regionale delle Rappresentanze Studentesche si è riunito oggi a Palazzo Balbi, sede della Giunta regionale a Venezia, alla presenza dei tecnici della Direzione Istruzione, dei Commissari e dei Direttori degli Esu veneti (Padova, Venezia e Verona) e dei rappresentanti degli studenti delle Università.

La Regione ha integrato ulteriormente tali somme con un fondo regionale che ammonta a 5.350.000 euro il cui decreto di assegnazione è di questo mese, cifra di molto superiore rispetto agli obblighi di legge che imporrebbero per le Regioni una contribuzione in quota parte pari al 40%. La Regione ha stanziato 873.195 euro in più rispetto a questo 40% che ammonterebbe a 4.476.804 euro.

Le restanti somme arrivano dalla tassa regionale per il diritto allo studio, le cui entrate previste ammontano a circa 16.000.000 di euro: 14,8 milioni dei quali già riscossi, 1,2 milioni da riscuotere in corso d'anno.

Da parte loro, gli Esu hanno fornito importanti indicazioni sull'assistenza medica, sull'atteso sblocco dei fondi e sui servizi di supporto psicologico agli studenti.

Si sta valutando la possibilità di attivare opportuni strumenti per garantire una migliore assistenza sanitaria agli studenti fuori sede, attualmente impossibilitati ad avere, nei luoghi in cui studiano, un medico di fiducia senza prima rinunciare al medico di base nel territorio del domicilio.

Inoltre, grazie allo sblocco degli avanzi di amministrazione degli ESU, fino ad ora impossibile a causa di normative nazionali, saranno possibili investimenti strutturali sulle sedi residenziali e sulle mense per gli studenti.

Gli Esu hanno anche avviato da tempo servizi di supporto psicologico e di assistenza psichiatrica per gli studenti, che stanno riscuotendo grande soddisfazione da parte dell'utenza. La privacy fornita e la qualità del servizio reso lo rendono particolarmente apprezzato.

Il nostro lavoro è per voi, volto a migliorare la vita dello studente nel periodo universitario. Si conosce poco dell'attività degli ESU, che spazia dalla residenzialità alle mense, dall'assistenza psicologica e psichiatrica all'orientamento e ai servizi generali. Abbiamo voluto coinvolgere gli studenti affinché siano parte attiva di questo progetto: la critica è molto costruttiva, ma ancor più costruttivi sono i contributi attivi che dagli stessi possono arrivare.

INCONTRATE RAPPRESENTANZE SINDACALI "ACQUA VERA"

Ho incontrato oggi a Palazzo Balbi, a Venezia, tutte le rappresentanze sindacali dei lavoratori dello stabilimento Acqua Vera di San Giorgio in Bosco (Padova).

Questo sito conta attualmente 245 dipendenti, rappresentando una delle attività più importanti del territorio e uno degli stabilimenti di punta del gruppo San Pellegrino/Nestlè.

L'incontro richiesto dalle organizzazioni sindacali aveva la funzione di informare dell'avvio di un percorso di confronto sindacati/azienda circa un piano di riorganizzazione/valorizzazione dello stabilimento.

Condivido con le organizzazioni sindacali la convinzione dell'importanza del sito produttivo di Acqua Vera in San Giorgio in Bosco; una importante e solida realtà la cui riorganizzazione dovrà passare mediante la valorizzazione delle potenzialità dello stabilimento e delle capacità e delle competenze dei lavoratori.