SPACCIO E SIRINGHE AL COLLO. TRISTE CRONACA DI UN SABATO POMERIGGIO NEL CUORE DI VICENZA

Emergenza profughi, immigrazione clandestina e sicurezza.
Sono i temi che sabato pomeriggio abbiamo affrontato in una conferenza stampa del coordinamento cittadino di Forza Italia Vicenza con Matteo Tosetto e la collega e amica Elisabetta Gardini a Campo Marzo, luogo simbolo della città, divenuto ormai da troppo tempo una sorta di zona franca in balia di degrado e criminalità. Proprio mentre interloquivamo con i giornalisti, a pochi metri da noi, per l'esattezza dietro all'ex bar Moresco, avveniva compravendita di droga da parte di disperati che acquistavano la "dose" da spacciatori magrebini, arrivando poi a "bucarsi" il collo. Scene inquietanti, viste con i nostri occhi, a pochi passi da corso Palladio. Questa è solo una triste cronaca di quello che avviene nel cuore di Vicenza senza che l'amministrazione comunale muova un dito. Come mai vi chiederete voi? Perché alla polizia locale è stato dato un solo mandato: quello di fare multe e tartassare i cittadini. Il presidio della zona e la sicurezza dei vicentini a quanto pare non sono una priorità del sindaco Variati, dell'assessore Rotondi, di tutta l'amministrazione comunale.

Donazzan-Gardini a Campo Marzo