6 items tagged "ammortizzatori sociali"

Risultati 1 - 6 di 6

AMMORTIZZATORI IN DEROGA. DONAZZAN: TROPPE ZONE GRIGE, NON MIGLIORA E FORSE PEGGIORA SITUAZIONE

Martedì, 02 Settembre 2014 19:35

“Il nuovo decreto sugli ammortizzatori in deroga presenta troppe zone grigie e non migliora la situazione. Forse la peggiora”. Lo ha detto l’assessore al lavoro del Veneto Elena Donazzan, al termine della riunione della Commissione Regionale di Concertazione tra le Parti Sociali (CRCPS) riunitasi oggi a Mestre nella sede di Veneto Lavoro. Nel corso dell’incontro è stato approfondito soprattutto lo stato dell'arte degli ammortizzatori sociali in deroga, alla luce delle novità emerse dal decreto interministeriale dell’1 agosto scorso, con il quale il Governo ha adottato i criteri e le procedure per la concessione degli ammortizzatori in deroga nel 2014 e nel 2015.

Lo scopo del provvedimento è di rendere uniforme sul territorio nazionale l’utilizzo degli ammortizzatori in deroga e di contenere la spesa. Esso però presenta evidenti criticità, hanno osservato Regione e Parti Sociali, sia per la sua interpretazione sia per la sua applicazione. “Avevo già espresso forte preoccupazione nei mesi scorsi – ha ricordato Donazzan – per la ristrettezza dei tempi, la mancanza di risorse a copertura, la modifica radicale dei criteri finora adottati che, in Veneto, avevano salvaguardato migliaia di aziende e posti di lavoro”. Si tratta anzitutto di verificare e definire le priorità territoriali di intervento, che saranno oggetto di un accordo quadro per il 2014 e per il 2015. In proposito, venerdì 5 settembre prossimo, sempre a Veneto Lavoro è stato convocato per le ore 14 il Tavolo regionale ammortizzatori sociali.

“Alla luce del nuovo decreto – ha detto Donazzan – riscontro che le criticità già emerse nei mesi scorsi non sono migliorate, anzi: la situazione pare essere pure peggiorata. È per me inopportuno che importanti modifiche sullo strumento degli ammortizzatori in deroga vengano effettuate nel corso dell'anno a fronte di già spinose criticità che derivano da un eccesso di burocrazia, basti pensare alla doppia domanda da presentare a Regione e INPS, dalla pluralità dei soggetti coinvolti, dalla mancanza di estensione della Cassa in deroga agli studi professionali e alle associazioni, di cui il Veneto era stato capofila, dalla totale assenza di risposte per gli esodati. Come Regione del Veneto, inoltre, avevamo detto fin dall'inizio che lo strumento della Cassa in deroga non era la soluzione migliore per le aziende già chiuse”.

“In questo decreto ministeriale, dunque, vi sono troppe zone grigie che non migliorano affatto la situazione riscontrata nei mesi scorsi. In Veneto abbiamo migliaia di persone che attendono sussistenza da gennaio 2014. Siamo a settembre. Il Governo si faccia un esame di coscienza. Spesso non mi sono trovata d'accordo sui contenuti politici del Governo – ha concluso Donazzan – ma mai mi ero trovata di fronte al più totale caos”.

ACC DI MEL (BL). DONAZZAN: “ATTIVARE AMMORTIZZATORI SOCIALI È UN ATTO DOVUTO PER I LAVORATORI NON ASSORBITI”

Venerdì, 22 Agosto 2014 17:01

“La buona notizia dell’acquisto da parte di investitori cinesi dell’Acc di Mel non ci ha distratto dall’attenzione nei confronti di quei lavoratori che non verranno assorbiti dalla nuova proprietà: confermiamo il nostro impegno nei loro confronti e riteniamo l’attivazione di ammortizzatori sociali un atto dovuto”. Ad affermarlo è l'assessore al lavoro della Regione del Veneto, Elena Donazzan.

“Torneremo su questo fronte a sollecitare il Ministero del lavoro – ribadisce Donazzan –, avendo già ottenuto la condivisione da parte del Ministero dello sviluppo economico lo scorso 4 agosto, quando ho firmato a nome della Regione del Veneto l’accordo riguardante l’azienda bellunese”.

GIUNTA VENETA APPROVA PROROGA PRESIDIO AMBIENTALE ALLA VINYLS DI PORTO MARGHERA. DONAZZAN, “ESEMPIO DI PROTEZIONE DEI LAVORATORI ATTRAVERSO L’AMMORTIZZATORE SOCIALE”

Mercoledì, 09 Luglio 2014 14:03

La Giunta regionale del Veneto, nella sua ultima seduta, ha approvato la proroga dell’intervento di presidio ambientale nello stabilimento Vinyls di Porto Marghera.

È così possibile continuare a garantire la sicurezza ambientale e la tutela della salute pubblica. Il presidio proseguirà infatti fino all’avvio delle attività di bonifica, e comunque fino a quando non saranno completamente smaltite tutte le sostanze inquinanti presenti nell’impianto.
Per mantenere efficiente l’impianto e per le opere di messa in sicurezza dello stabilimento, la Regione, con il provvedimento in questione, ha coinvolto una cinquantina di lavoratori di Vinyls per i quali la cassa integrazione è stata prorogata fino a dicembre 2014.

È un esempio – ha dichiarato l’Assessore al Lavoro Elena Donazzan – di protezione dei lavoratori attraverso l’ammortizzatore sociale e, al tempo stesso, di un riconoscimento delle loro competenze attraverso i lavori socialmente utili. La Regione ha inteso sostenere l’intervento garantendo un’integrazione al reddito a titolo di rimborso spese forfettario".

“Un intervento non scontato – evidenzia la Donazzan  che ha trovato la condivisione dei lavoratori, pur provati dall’inattività forzata della loro impresa, del commissario avv. Pizzigati e della Provincia di Venezia con il suo assessore D’Anna, che con noi, da subito e con coraggio, ha cercato e trovato una soluzione che rappresenta un precedente di responsabilità sociale della comunità che deve ‘fare scuola’”.