20 items tagged "Lavoro"

Risultati 1 - 20 di 20

ACC di Mel ....una storia che sento mia fino in fondo.

Lunedì, 04 Agosto 2014 14:13

Un'azienda che ho seguito fin dalle prime fasi di difficoltà e che potrei raccontare con dovizia di particolari. Una storia finita bene perché ACC tornerà a produrre, perché da praticamente chiusa, con 600 persone e famiglie in difficoltà, ora ha un impegno a riassumere 455 lavoratori. Ad acquistare è stata una multinazionale cinese, Wanbao, leader nel mondo per la produzione di compressori. Oggi c'è il sole a Roma alla firma di questa importante vendita e l'unica ombra l'ho nel cuore, perché avrei voluto che a comprare fosse una azienda italiana....ma nessuno si è fatto avanti.

Con ACC tuttavia abbiamo dimostrato che un'altra storia é possibile per difendere la produzione italiana se si hanno idee chiare, contesto favorevole e professionalità. Abbiamo certamente scritto una pagina di politiche industriali che deve fare scuola in Italia.

In un solo anno siamo passati da una situazione di fallimento e chiusura definitiva ad una nuova proprietà, questo grazie alla scelta responsabile da parte del Ministero di un Commissario Straordinario nella figura di Maurizio Castro e di una coesione di tutti i livelli istituzionali. Il Ministero ha saputo ascoltare le sollecitazioni del territorio, del sindacato e della buona politica e ha scelto questo grande manager con competenze specifiche ed una grande credibilità personale in ambito internazionale. Non è di moda ringraziare chi non c'è più, ma io mi vanto di non essere "di moda"...e il Ministro Zanonato allora fu capace di superare logiche meramente di partito o di interessi altri e indicò Castro.

È stato costituito subito un Comitato di Sorveglianza istituzionale su suggerimento dello stesso Castro, capace di affiancare, rafforzare e comunicare verso il territorio tutti i difficili passaggi e le scelte; io ho impegnato la finanziaria regionale ad indagare vie nuove per sostenere la difficile situazione debitoria e finanziaria e Veneto Sviluppo con il suo direttore generale Russo è stato determinante nei confronti dei maggiori istituti di credito italiani affinché non calassero la scure della mera valutazione finanziaria. Infine la credibilità del Commissario Castro e del suo piano industriale sono stati capaci di tenere legati i maggiori clienti di elettrodomestici, nonostante le proposte indecenti della ex sorella, ora concorrente austriaca, privilegiata durante l'amministrazione del fondo proprietario di ACC per mano di un "notissimo"studio.

Un bellissimo ricordo resta il comizio del 1 maggio fuori dai cancelli ACC che i sindacati fecero concludere a me , riconoscendo che eravamo tutti dalla stessa parte nella difesa del lavoro italiano, così come non potrò scordare l'emozione nell'ascoltare l'esito dell'assemblea dei lavoratori di venerdì scorso quando la stragrande maggioranza ha sostenuto l'accordo proposto dal sindacato ed infine i volti: Luca, Stefano, Bruno, Nadia, Alida, Maurizio, Giorgio, Maurizio, Mauro, Nicola....rappresentanti sindacali e delle RSU che più di tutti hanno sofferto, si sono ingegnati nel suggerire soluzioni, hanno partecipato con grande senso di responsabilità.

Stefano coordinatore del Comitato di Sorveglianza presentissimo al fianco di Castro e dei lavoratori....stamattina in treno si scherzava sulle forze in campo: Mel di cui è Sindaco fa 9 mila abitanti, Lamon 2900, l'intero Veneto circa 5 milioni e dall'altra parte del tavolo, Wanbao una municipalità di 30 milioni di abitanti....
Su tutti Maurizio Castro, che ha combattuto come un leone per non far chiudere ACC, che non si è mai arreso, che ha preso ed é andato in Cina per mostrare credibilità e capacità di relazioni, che ha trattato ACC come fosse la sua azienda di famiglia ed infine Gianpiero Castano, solido pilastro di un ministero a cui manca un Ministro vero da troppo tempo...sono assessore da 9 anni, il MISE è il Ministero che più frequento dal tempo della crisi. Ho visto passare governi e ministri più o meno affini a me politicamente....tutti o quasi assenti, ma fortunatamente abbiamo anche qualche espressione della più alta classe dirigente che vive il suo ruolo con spirito di dedizione, con grandissima capacità e autorevolezza, magari spesso misconosciuta al ministro di turno che non sa nemmeno di quale potenziale vi sia in Italia e in quel ministero.

Noi l'abbiamo dimostrato: ACC è l'esempio di come si possano fare politiche industriali in Italia ...o come andrebbero fatte come sistema paese. Viva noi! E, comunque, viva l'Italia....quella da ricostruire.

140804 accordo acc

ACC DI MEL. FIRMATO ACCORDO. ASSESSORE DONAZZAN: FARÀ SCUOLA PER LE POLITICHE INDUSTRIALI ITALIANE

Lunedì, 04 Agosto 2014 14:09

“Quello dell’Acc di Mel sarà un caso di scuola per le politiche industriali italiane, se qualche governo se ne renderà conto, con alcuni elementi di grande novità”. E’ soddisfatta l’assessore al lavoro del Veneto Elena Donazzan per la firma dell’accordo che rimette in campo l’azienda bellunese produttrice di compressori per frigoriferi, che solo un anno fa sembrava destinata alla definitiva chiusura.

“In un anno abbiamo portato una azienda di fatto chiusa ad essere competitiva e capace di attrarre investimenti importanti. L’abbiamo fatto – ha aggiunto Donazzan –perchè abbiamo realizzato un forte legame con il territorio e costituito un comitato di sorveglianza a supporto di tutte le scelte che l'amministratore straordinario stava facendo. Questa volta abbiamo anche scelto in sintonia con il governo l'amministratore straordinario, che non ci è stato imposto da altri. L’allora ministro Flavio Zanonato ci ascoltò e un suggerimento fatto dal sindacato e dalla Regione ha portato ad avere come amministratore straordinario Maurizio Castro. Infine abbiamo avuto il governo sempre presente. Noi l’abbiamo stimolato a questo e a non arrendersi alla semplice chiusura. Ora la storia ha un lieto fine”.

L’accordo è molto significativo ed è stato raggiunto dopo fasi molto concitate, delle quali l’ultima è stata l'assemblea dei lavoratori che venerdì scorso ha sancito l'adesione ad una proposta di acquisto da parte della multinanzionale cinese Wanbao Group Co Ltd di Guangzhou, leader nella costruzione di compressori. “L’accordo – ha fatto presente Donazzan – è stato costruito con fatica da parte del commissario castro che ha esercitato veramente il ruolo di un grande manager italiano che sa dialogare e attrarre investitori stranieri. Con soddisfazione registriamo il fatto che questa era una azienda che solo l'anno scorso risultava morta per troppi debiti e per una concorrenza sleale. Castro, con un piano industriale molto serio, con il sostegno del Governo e la presenza costante della Regione, che si è attivata anche con veneto sviluppo per aiutare il momento di difficoltà con il credito, ha portato questa realtà a proporsi all’attenzione del mercato internazionale. Wanbao Group entra con impegni precisi e anzitutto con una prospettiva di 445 posti di lavoro (300 subito, gli altri in scaglioni successivi) ma anche impegni per investimenti in ricerca e sviluppo per la produzione in Europa”.

Alla firma dell’accordo, oltre all’assessore Donazzan, erano presenti il presidente di Wanbao Group (in videoconferenza), il sottosegretario De Vincenti, il DG Cassano, l’amministratore straordinario Castro, per il comitato di sorveglianza il Sindaco di Mel Stefano Cesa di Mel, il sindaco di Lamon Vania Malacarne, per i sindacati i rappresentanti di Fiom, Uil, Cisl e le RSU.

BASIC & Co.

Mercoledì, 26 Marzo 2014 10:15

Basic & Co. è un'azieda di Malo (VI) che produce silicio elaborato per l'isolamento, con proprietà antifuoco e perfettamente eco compatibile e riciclabile. Brevetto italianissimo di prodotto e di produzione, compresi i macchinari, ideato da uno dei soci e radicamento territoriale fortissimo degli altri due che l'hanno convinto a non accettare la profferta molto allettante di Austria e Svizzera, restando qui.

A me, Assessore al Lavoro, il compito di rendere favorevole il contesto pubblico per questa azienda, per sostenere lo sforzo incredibile fatto con le proprie risorse e per far crescere realtà così. Clienti importanti si sono fatti avanti e nuove applicazioni in ambiti più diversi sono la garanzia di crescita.

Bravi a Basic & Co.!

140324 Aziend Basic and Co

XXII RAPPORTO SUL MERCATO DEL LAVORO NEL VENETO

Venerdì, 14 Marzo 2014 13:42

Questa mattina, venerdì 14 marzo 2014,  con il Presidente Luca Zaia abbiamo presentato alla stampa il XXII rapporto sul mercato del lavoro nel Veneto.

Il 2013 è stato il peggiore della storia del Veneto, ma abbiamo tenuto in coesione sociale perché lavoratori e imprese si sono sentiti dalla stessa parte. In questa battaglia la buona politica è stata al loro fianco.
Una particolare attenzione all’export, il cui trend ha registrato situazioni di crescita nei settori alimentare, vino, occhiali, oreficeria.

Scarica qui le slide del Rapporto.

Durante l’incontro abbiamo anche assicurato che il prossimo settembre presenteremo il bilancio di previsione per l’anno 2015 e contemporaneamente partirà la nuova programmazione comunitaria 2014/2020. 

MS Imballaggi di Bassano del Grappa (VI)

Giovedì, 16 Gennaio 2014 15:46

L’azienda MS Imballaggi di Bassano del Grappa è nata nel 1981 ed è leader in Italia del settore degli imballaggi.

È una delle realtà più produttive e innovative del territorio che, nonostante la perdurante crisi economica, negli ultimi sei mesi ha creato nuovi posti di lavoro per la preparazione tecnica dei lavoratori neoassunti che verranno impiegati nell’utilizzo e nella gestione di un nuovo impianto, ormai di prossima attivazione, per la produzione di pluriball (la plastica a bollicine d’aria che serve per imballare e proteggere oggetti fragili).

Questo nuovo macchinario ad alto livello tecnologico, oltre ad abbattere l’impatto ambientale in modo significativo, è per il settore il più grande al mondo. Prodotto dall’azienda Torninova di Bastia Umbra, il suo valore commerciale è di circa 3 milioni di euro, a dimostrazione degli investimenti economici che, con il suo acquisto, la MS Imballaggi sta facendo in tempo di crisi per poter essere sempre più competitiva nel mercato, con lo sguardo rivolto al futuro.

Con l’applicazione del nuovo impianto la strategia aziendale della MS Imballaggi prevede, nonostante la doppia capacità produttiva, meno consumi di energia elettrica; l’utilizzo di materiale riciclato che non modifica la resistenza del prodotto e la produzione delle bobine senza l’uso del mandrino di cartone e di colla.

Da bravi veneti sappiamo lavorare, ingegnarci ma non comunichiamo mai abbastanza i nostri strepitosi risultati. Questa azienda è un modello di innovazione, internazionalizzazione, flessibilità anche da parte dei lavoratori e capacità di fare rete con altre aziende italiane per il Made in Italy di qualità anche nel settore dell'imballaggio. Ed è esempio di determinazione dei due imprenditori che l’hanno fondata.

140116 MS Imballaggi Bassano

DGR 1150 del 5 luglio 2013

Mercoledì, 10 Luglio 2013 12:24

La vera integrazione parte dal lavoro e dall’impegno professionale che ogni cittadino, anche non appartenente alla Comunità  Europea, porta nel Paese in cui vive. Con questo spirito la Regione del Veneto promuove progetti formativi per la realizzazione di tirocini formativi e di orientamento per lavoratori impiegati in aziende extra UE con sedi operative nella nostra regione.

La coesione territoriale sarà  elemento fondamentale per la realizzazione di azioni programmate in sinergia con il Fondo sociale europeo e il Fondo europeo di sviluppo regionale. La Regione del Veneto nella continuità  del programma operativo 2007/2013 conferma il massimo impegno in direzione della competitività  e dell’occupazione.