14 items tagged "Bassano del Grappa"

Risultati 1 - 14 di 14

La Monte Grappa finalmente agli Alpini!

Martedì, 14 Aprile 2015 15:12

Scongiurato il rischio di vendita, da ieri la caserma Monte Grappa torna a ospitare i migliori custodi possibili: gli Alpini!

Da qui, il pensiero va a Cima Grappa e al Centenario della Grande Guerra. L'augurio è che le commemorazioni dei prossimi mesi trovino il giusto risalto anche partendo dal recupero di questo luogo. Sulla capacità di riportarlo a vivere gli Alpini sono una garanzia!

A dieci anni dall'ultimo alzabandiera come struttura operativa, dopo un passaggio dal patrimonio della Difesa al demanio, e da questo alla Regione del Veneto, è quindi cominciato il percorso di riqualificazione per il complesso che, in un secolo di storia, ha ospitato la Scuola Ufficiali e decine di migliaia di Penne nere.

L'accordo stipulato alla fine del 2014 prevede la cessione dal demanio alla Regione delle palazzine nord e ovest, in cambio della ristrutturazione degli edifici a est e sud destinati alle Forze dell'Ordine. Costo dell'operazione 9 milioni di euro.

Clicca qui per vedere tutte le foto della giornata.

 dsc5529

La Monte Grappa finalmente agli Alpini!

Martedì, 14 Aprile 2015 15:12

Scongiurato il rischio di vendita, da ieri la caserma Monte Grappa torna a ospitare i migliori custodi possibili: gli Alpini!

Da qui, il pensiero va a Cima Grappa e al Centenario della Grande Guerra. L'augurio è che le commemorazioni dei prossimi mesi trovino il giusto risalto anche partendo dal recupero di questo luogo. Sulla capacità di riportarlo a vivere gli Alpini sono una garanzia!

A dieci anni dall'ultimo alzabandiera come struttura operativa, dopo un passaggio dal patrimonio della Difesa al demanio, e da questo alla Regione del Veneto, è quindi cominciato il percorso di riqualificazione per il complesso che, in un secolo di storia, ha ospitato la Scuola Ufficiali e decine di migliaia di Penne nere.

L'accordo stipulato alla fine del 2014 prevede la cessione dal demanio alla Regione delle palazzine nord e ovest, in cambio della ristrutturazione degli edifici a est e sud destinati alle Forze dell'Ordine. Costo dell'operazione 9 milioni di euro.

Clicca qui per vedere tutte le foto della giornata.

 dsc5529

DONAZZAN SUL PONTE DEGLI ALPINI DI BASSANO: "INDISCUTIBILMENTE UN SIMBOLO DA SALVAGUARDARE"

Venerdì, 27 Marzo 2015 19:37

"In Consiglio regionale oggi si è affrontato un emendamento che vede come primo firmatario il collega Grazia che con sensibilità ha portato alla discussione dell'Aula il tema delicato del nostro ponte", esordisce l'assessore regionale del Veneto, Elena Donazzan, intervenendo sulla questione relativa al Ponte degli Alpini di Bassano del Grappa.

"Nel mio intervento a sostegno dell'emendamento - fa sapere Donazzan - ho ricordato come la Giunta regionale con delibera di fine dicembre avesse stanziato già 700mila euro a beneficio del Ponte degli Alpini anche per dare rilevanza allo sforzo popolare straordinario di raccolta di fondi.
Le prime valutazioni tecniche tuttavia dicono di una situazione molto più grave a cui non solo i cittadini bassanesi, pur così legati al simbolo della città, ma anche la nostra Regione deve porre l'attenzione".

"In un bilancio pur difficile e con troppi tagli a cui siamo tenuti dallo Stato, però, non mancherà lo sforzo del Consiglio regionale che si aggiungerà all'ulteriore milione di euro stanziato in questi giorni dalla Fondazione Cariverona", sottolinea l'assessore regionale del Veneto. Che avverte: "Spero solo che il Ponte non serva da passerella, stavolta non politico elettorale, di qualche archistar perché la sua struttura ha bisogno di lavori urgenti e veri e non di disquisizioni accademiche".

Donazzan, infine, si sofferma sulla possibilità che il Ponte possa essere riconosciuto come patrimonio dell'Unesco: "Mi auguro che l'amministrazione corregga la gaffe di avere fatto una richiesta così importante a nome di un partito politico e rispettosamente interpreti il ruolo istituzionale nelle forme e nei modi utili al raggiungimento dell'obiettivo".

DONAZZAN SUL PONTE DEGLI ALPINI DI BASSANO: "INDISCUTIBILMENTE UN SIMBOLO DA SALVAGUARDARE"

Venerdì, 27 Marzo 2015 19:37

"In Consiglio regionale oggi si è affrontato un emendamento che vede come primo firmatario il collega Grazia che con sensibilità ha portato alla discussione dell'Aula il tema delicato del nostro ponte", esordisce l'assessore regionale del Veneto, Elena Donazzan, intervenendo sulla questione relativa al Ponte degli Alpini di Bassano del Grappa.

"Nel mio intervento a sostegno dell'emendamento - fa sapere Donazzan - ho ricordato come la Giunta regionale con delibera di fine dicembre avesse stanziato già 700mila euro a beneficio del Ponte degli Alpini anche per dare rilevanza allo sforzo popolare straordinario di raccolta di fondi.
Le prime valutazioni tecniche tuttavia dicono di una situazione molto più grave a cui non solo i cittadini bassanesi, pur così legati al simbolo della città, ma anche la nostra Regione deve porre l'attenzione".

"In un bilancio pur difficile e con troppi tagli a cui siamo tenuti dallo Stato, però, non mancherà lo sforzo del Consiglio regionale che si aggiungerà all'ulteriore milione di euro stanziato in questi giorni dalla Fondazione Cariverona", sottolinea l'assessore regionale del Veneto. Che avverte: "Spero solo che il Ponte non serva da passerella, stavolta non politico elettorale, di qualche archistar perché la sua struttura ha bisogno di lavori urgenti e veri e non di disquisizioni accademiche".

Donazzan, infine, si sofferma sulla possibilità che il Ponte possa essere riconosciuto come patrimonio dell'Unesco: "Mi auguro che l'amministrazione corregga la gaffe di avere fatto una richiesta così importante a nome di un partito politico e rispettosamente interpreti il ruolo istituzionale nelle forme e nei modi utili al raggiungimento dell'obiettivo".

DONAZZAN: FINALMENTE UN PO’ DI LUCE PER LA RIAPERTURA DEL TEMPIO OSSARIO DI BASSANO DEL GRAPPA

Mercoledì, 04 Marzo 2015 18:21

“Questa mattina su mio invito – esordisce l’assessore regionale e presidente del Comitato 'Riapriamo il Tempio Ossario', Elena Donazzan – è intervenuto ad una riunione del Comitato il Tenente Colonnello Scarpone di Onor Caduti.

Ho chiesto allo studio Bertacco e Xausa che diresse i lavori, conclusi nel 2012, di relazionare in merito agli interventi effettuati, alle problematiche riscontrate e non prevedibili come la struttura del tetto e la conclusione di quei lavori che portarono ad una messa in sicurezza della struttura portante. Certamente altri lavori, allora non prevedibili, sono da realizzare ma che oggi, grazie alle risorse importanti di 1 milione e mezzo di euro date dalla Regione del Veneto alla Struttura che si occuperà di tutti i sacrari militari per il Centenario della Grande Guerra, verranno effettuati nei prossimi anni”.

“L’incontro di oggi – afferma Donazzan – si è rivelato quanto mai chiarificatore prima di tutto per comprendere gli importanti interventi effettuati sulla struttura del Tempio Ossario ed inoltre per ragionare sulla apertura e fruibilità del monumento sacro nei tempi più brevi, cosicché si possa commemorare degnamente i Caduti nelle imminenti celebrazioni che devono avere in Bassano, insieme a Cima Grappa, il cuore nel cuore dei luoghi della Grande Guerra”.

Per il Comitato “Riapriamo il Tempio Ossario” erano presenti, oltre all’assessore regionale e presidente Donazzan, anche il senatore Pietro Fabris, il presidente Associazione Combattenti e Reduci, sezione di Bassano del Grappa, Antonio Bordignon, il vicepresidente Sezione A.N.A. “Monte Grappa” Lino Borsa, il vicepresidente Sezione A.N.A. “Marostica” Luigi Chiminello, il vicepresidente Associazione Nazionale del Fante, Federazione di Vicenza, Raffaele Cecchin, il presidente U.N.U.C.I, sezione di Bassano del Grappa, Alberto Calsamiglia, la delegata Confcommercio di Bassano del Grappa Carla Bordignon, la segretaria CGIL di Bassano del Grappa Fabiola Carletto.

Per la Città di Bassano del Grappa presenti il sindaco, Riccardo Poletto, e il vicesindaco, Roberto Campagnolo; per la struttura tecnica gli ingegneri Bonato e Tosin.

Sono stati invitati ed erano presenti anche il presidente Nazionale A.N.A., ingegner Sebastiano Favero, l’architetto Xausa e l’ingegner Bertacco, dello studio Bertacco e Xausa, che ebbero la direzione dei lavori nel progetto di ristrutturazione del Tempio concluso nel 2012.

“Ringrazio in particolare il presidente nazionale dell’ANA Sebastiano Favero perché come sempre ha dato disponibilità dei 'suoi Alpini' ad essere immediatamente operativi nei lavori che si riterranno necessari per tener aperta la struttura”, evidenzia Donazzan.

“Abbiamo ragionato, nel sopralluogo che abbiamo effettuato dopo la riunione, di come organizzare un percorso della chiesa in piena sicurezza visto che ci siamo accertati che il nostro Tempio ha bisogno di lavori in certe zone che saranno interdette al pubblico. Si potrà quindi organizzare un percorso che dalla porta laterale farà accedere i visitatori sotto alla cripta e nelle navate laterali”.

Il Comitato sarà chiamato a riunirsi a breve per formalizzare quanto si è detto oggi.

Clicca qui per vedere tutte le foto del sopralluogo al Tempio Ossario di Bassano del Grappa.

phoca thumb l tempio ossario

DONAZZAN: FINALMENTE UN PO’ DI LUCE PER LA RIAPERTURA DEL TEMPIO OSSARIO DI BASSANO DEL GRAPPA

Mercoledì, 04 Marzo 2015 18:21

“Questa mattina su mio invito – esordisce l’assessore regionale e presidente del Comitato 'Riapriamo il Tempio Ossario', Elena Donazzan – è intervenuto ad una riunione del Comitato il Tenente Colonnello Scarpone di Onor Caduti.

Ho chiesto allo studio Bertacco e Xausa che diresse i lavori, conclusi nel 2012, di relazionare in merito agli interventi effettuati, alle problematiche riscontrate e non prevedibili come la struttura del tetto e la conclusione di quei lavori che portarono ad una messa in sicurezza della struttura portante. Certamente altri lavori, allora non prevedibili, sono da realizzare ma che oggi, grazie alle risorse importanti di 1 milione e mezzo di euro date dalla Regione del Veneto alla Struttura che si occuperà di tutti i sacrari militari per il Centenario della Grande Guerra, verranno effettuati nei prossimi anni”.

“L’incontro di oggi – afferma Donazzan – si è rivelato quanto mai chiarificatore prima di tutto per comprendere gli importanti interventi effettuati sulla struttura del Tempio Ossario ed inoltre per ragionare sulla apertura e fruibilità del monumento sacro nei tempi più brevi, cosicché si possa commemorare degnamente i Caduti nelle imminenti celebrazioni che devono avere in Bassano, insieme a Cima Grappa, il cuore nel cuore dei luoghi della Grande Guerra”.

Per il Comitato “Riapriamo il Tempio Ossario” erano presenti, oltre all’assessore regionale e presidente Donazzan, anche il senatore Pietro Fabris, il presidente Associazione Combattenti e Reduci, sezione di Bassano del Grappa, Antonio Bordignon, il vicepresidente Sezione A.N.A. “Monte Grappa” Lino Borsa, il vicepresidente Sezione A.N.A. “Marostica” Luigi Chiminello, il vicepresidente Associazione Nazionale del Fante, Federazione di Vicenza, Raffaele Cecchin, il presidente U.N.U.C.I, sezione di Bassano del Grappa, Alberto Calsamiglia, la delegata Confcommercio di Bassano del Grappa Carla Bordignon, la segretaria CGIL di Bassano del Grappa Fabiola Carletto.

Per la Città di Bassano del Grappa presenti il sindaco, Riccardo Poletto, e il vicesindaco, Roberto Campagnolo; per la struttura tecnica gli ingegneri Bonato e Tosin.

Sono stati invitati ed erano presenti anche il presidente Nazionale A.N.A., ingegner Sebastiano Favero, l’architetto Xausa e l’ingegner Bertacco, dello studio Bertacco e Xausa, che ebbero la direzione dei lavori nel progetto di ristrutturazione del Tempio concluso nel 2012.

“Ringrazio in particolare il presidente nazionale dell’ANA Sebastiano Favero perché come sempre ha dato disponibilità dei 'suoi Alpini' ad essere immediatamente operativi nei lavori che si riterranno necessari per tener aperta la struttura”, evidenzia Donazzan.

“Abbiamo ragionato, nel sopralluogo che abbiamo effettuato dopo la riunione, di come organizzare un percorso della chiesa in piena sicurezza visto che ci siamo accertati che il nostro Tempio ha bisogno di lavori in certe zone che saranno interdette al pubblico. Si potrà quindi organizzare un percorso che dalla porta laterale farà accedere i visitatori sotto alla cripta e nelle navate laterali”.

Il Comitato sarà chiamato a riunirsi a breve per formalizzare quanto si è detto oggi.

Clicca qui per vedere tutte le foto del sopralluogo al Tempio Ossario di Bassano del Grappa.

phoca thumb l tempio ossario

TEMPIO OSSARIO DI BASSANO. DONAZZAN: “INACCETTABILE CHE NON SI APRA PER IL 24 MAGGIO”

Mercoledì, 18 Febbraio 2015 19:02

“Ho incontrato la settimana scorsa il responsabile tecnico della Struttura di Missione per la Commemorazione della Grande Guerra - direttamente incardinata nella Presidenza del Consiglio dei Ministri - accompagnata dal Presidente Nazionale ANA Sebastiano Favero perché preoccupato sopratutto della tempistica con cui si effettueranno i lavori al Sacrario Militare e al Tempio Ossario di Bassano, affinché siano fruibili per le prossime Celebrazioni”, dice in una nota l’assessore regionale del Veneto, Elena Donazzan.

"La Regione del Veneto ha contribuito in maniera significativa con proprie risorse per mettere in ordine i luoghi della memoria del territorio con un apporto del 30% della cifra stabilita dal Governo nazionale e che riguarda la riqualificazione di Cima Grappa, del Montello, di Nervesa della Battaglia e, per l’appunto, del Tempio Ossario”.

"L’amministrazione regionale - sottolinea Donazzan - ha voluto così snellire e velocizzare i lavori che invece, allo stato delle cose, la Struttura di Missione ipotizza di effettuare durante le Commemorazioni, impedendo addirittura la fruizione dei luoghi di preghiera"

"In qualità di Presidente del Comitato “Riapriamo il Tempio Ossario - fa sapere Donazzan - ho chiesto con forza che la nostra chiesa fosse aperta per permettere la preghiera ai tanti che già a Bassano la reclamano trovando ad oggi i portoni sbarrati.

"Trovo incredibile anche la risposta data al Sindaco di Bassano, ovvero che il Tempio non possa essere aperto perché non sarebbe in sicurezza. Dovremmo allora chiudere la quasi totalità dei monumenti e dei palazzi pubblici. Il Tempio ha visto cadere qualche calcinaccio proprio a causa della perdurante chiusura ma non è di certo come viene descritto.
Porteremo tutta la documentazione necessaria e soprattutto chiederemo ai tecnici un sopralluogo al quale parteciperemo con delle risorse significative”, conclude Donazzan.

TEMPIO OSSARIO DI BASSANO. DONAZZAN: “INACCETTABILE CHE NON SI APRA PER IL 24 MAGGIO”

Mercoledì, 18 Febbraio 2015 19:02

“Ho incontrato la settimana scorsa il responsabile tecnico della Struttura di Missione per la Commemorazione della Grande Guerra - direttamente incardinata nella Presidenza del Consiglio dei Ministri - accompagnata dal Presidente Nazionale ANA Sebastiano Favero perché preoccupato sopratutto della tempistica con cui si effettueranno i lavori al Sacrario Militare e al Tempio Ossario di Bassano, affinché siano fruibili per le prossime Celebrazioni”, dice in una nota l’assessore regionale del Veneto, Elena Donazzan.

"La Regione del Veneto ha contribuito in maniera significativa con proprie risorse per mettere in ordine i luoghi della memoria del territorio con un apporto del 30% della cifra stabilita dal Governo nazionale e che riguarda la riqualificazione di Cima Grappa, del Montello, di Nervesa della Battaglia e, per l’appunto, del Tempio Ossario”.

"L’amministrazione regionale - sottolinea Donazzan - ha voluto così snellire e velocizzare i lavori che invece, allo stato delle cose, la Struttura di Missione ipotizza di effettuare durante le Commemorazioni, impedendo addirittura la fruizione dei luoghi di preghiera"

"In qualità di Presidente del Comitato “Riapriamo il Tempio Ossario - fa sapere Donazzan - ho chiesto con forza che la nostra chiesa fosse aperta per permettere la preghiera ai tanti che già a Bassano la reclamano trovando ad oggi i portoni sbarrati.

"Trovo incredibile anche la risposta data al Sindaco di Bassano, ovvero che il Tempio non possa essere aperto perché non sarebbe in sicurezza. Dovremmo allora chiudere la quasi totalità dei monumenti e dei palazzi pubblici. Il Tempio ha visto cadere qualche calcinaccio proprio a causa della perdurante chiusura ma non è di certo come viene descritto.
Porteremo tutta la documentazione necessaria e soprattutto chiederemo ai tecnici un sopralluogo al quale parteciperemo con delle risorse significative”, conclude Donazzan.

CASERMA MONTE GRAPPA A BASSANO DEL GRAPPA. VENERDI’ 30 GENNAIO ORE 11.00 ASSESSORE DONAZZAN FA SOPRALLUOGO PER VERIFICA STATO SALUTE PARTE STORICA E LAVORI DA EFFETTUARE

Mercoledì, 28 Gennaio 2015 13:43

Venerdì 30 gennaio alle ore 11.00 l’assessore regionale Elena Donazzan sarà alla Caserma Monte Grappa di Bassano del Grappa per effettuare un sopralluogo allo scopo di verificare lo stato di salute della parte storica e i lavori che si dovranno effettuare con le relative urgenze.

"Dopo avere avuto la disponibilità del collega Giorgetti per dare attuazione al protocollo con il Demanio siglato il 22 dicembre scorso che ha confermato le scelte gestionali adottate con due specifici atti dell’ottobre precedente, la Regione - spiega Donazzan - ha formalizzato il passaggio di proprietà della nostra Caserma e gli impegni che ne conseguono. In primis, anche perché di immediata realizzazione, le modalità per la consegna della Palazzina Comando agli alpini della sezione 'Monte Grappa' affinché possano utilizzarla al meglio nel rispetto di ciò che rappresenta e ha rappresentato per la storia d'Italia".

Saranno infatti presenti il Presidente Nazionale Sebastiano Favero e il Presidente di Sezione Giuseppe Rugolo per comprendere le necessità degli alpini.

L'assessore Donazzan ha esteso l'invito ad essere presenti all’assessore regionale Roberto Ciambetti e ai consiglieri regionali Nicola Finco e Amedeo Gerolimetto.

CASERMA MONTE GRAPPA A BASSANO DEL GRAPPA. VENERDI’ 30 GENNAIO ORE 11.00 ASSESSORE DONAZZAN FA SOPRALLUOGO PER VERIFICA STATO SALUTE PARTE STORICA E LAVORI DA EFFETTUARE

Mercoledì, 28 Gennaio 2015 13:43

Venerdì 30 gennaio alle ore 11.00 l’assessore regionale Elena Donazzan sarà alla Caserma Monte Grappa di Bassano del Grappa per effettuare un sopralluogo allo scopo di verificare lo stato di salute della parte storica e i lavori che si dovranno effettuare con le relative urgenze.

"Dopo avere avuto la disponibilità del collega Giorgetti per dare attuazione al protocollo con il Demanio siglato il 22 dicembre scorso che ha confermato le scelte gestionali adottate con due specifici atti dell’ottobre precedente, la Regione - spiega Donazzan - ha formalizzato il passaggio di proprietà della nostra Caserma e gli impegni che ne conseguono. In primis, anche perché di immediata realizzazione, le modalità per la consegna della Palazzina Comando agli alpini della sezione 'Monte Grappa' affinché possano utilizzarla al meglio nel rispetto di ciò che rappresenta e ha rappresentato per la storia d'Italia".

Saranno infatti presenti il Presidente Nazionale Sebastiano Favero e il Presidente di Sezione Giuseppe Rugolo per comprendere le necessità degli alpini.

L'assessore Donazzan ha esteso l'invito ad essere presenti all’assessore regionale Roberto Ciambetti e ai consiglieri regionali Nicola Finco e Amedeo Gerolimetto.

CHIUSURA TRIBUNALE DI BASSANO. ASSESSORE DONAZZAN

Giovedì, 12 Giugno 2014 15:38

“Il Presidente Zaia ha confermato anche oggi con una netta presa di posizione la sua azione di difesa del Tribunale di Bassano, del nostro Tribunale, che deve essere riaperto perché solo questo può rispondere alle aspettative di tutto il Veneto”.

L’Assessore regionale Elena Donazzan, bassanese, ritorna sulla questione, aggiungendosi alle parole del Governatore veneto. “Mi preoccupa non poco invece - sottolinea - la debolezza che si dimostra a livello nazionale: le spese continuano ad aumentare e c’è l’incapacità di indicare le priorità da seguire. Priorità che sono chiaramente rappresentate per i cittadini e per le imprese dalla giustizia e dalla sua efficienza. Il riversamento del Tribunale di Bassano su quello di Vicenza ha da subito dimostrato di non essere in grado di assorbire il lavoro che veniva svolto da Bassano del Grappa. I costi sono aumentati  sul fronte delle indagini, delle spese sostenute dalle forze dell'ordine e dalla polizia e per gli avvocati che si devono recare a Vicenza per udienze rinviate di anni... Dov'è il risparmio?”

CHIUSURA TRIBUNALE DI BASSANO. ASSESSORE DONAZZAN

Giovedì, 12 Giugno 2014 15:38

“Il Presidente Zaia ha confermato anche oggi con una netta presa di posizione la sua azione di difesa del Tribunale di Bassano, del nostro Tribunale, che deve essere riaperto perché solo questo può rispondere alle aspettative di tutto il Veneto”.

L’Assessore regionale Elena Donazzan, bassanese, ritorna sulla questione, aggiungendosi alle parole del Governatore veneto. “Mi preoccupa non poco invece - sottolinea - la debolezza che si dimostra a livello nazionale: le spese continuano ad aumentare e c’è l’incapacità di indicare le priorità da seguire. Priorità che sono chiaramente rappresentate per i cittadini e per le imprese dalla giustizia e dalla sua efficienza. Il riversamento del Tribunale di Bassano su quello di Vicenza ha da subito dimostrato di non essere in grado di assorbire il lavoro che veniva svolto da Bassano del Grappa. I costi sono aumentati  sul fronte delle indagini, delle spese sostenute dalle forze dell'ordine e dalla polizia e per gli avvocati che si devono recare a Vicenza per udienze rinviate di anni... Dov'è il risparmio?”

Operaestate Festival Veneto 2014: cibiamoci di cultura

Sabato, 31 Maggio 2014 08:57

300 serate di spettacolo in 40 “città palcoscenico” del Veneto per un’estate densa di cultura: bastano i numeri a spiegare quanto ricco e stimolante sia il programma della 34° edizione di Operaestate Festival Veneto 2014, che animerà Bassano del Grappa per quasi tre mesi, coinvolgendo tutta la Pedemontana Veneta e non solo, e che anche quest’anno abbiamo promosso come Regione del Veneto.

Dal 27 giugno al 21 settembre, artisti di fama e giovani promesse provenienti da ogni parte del mondo si alterneranno sui palcoscenici del Veneto per spettacoli di danza, musica, teatro e cinema d’autore. Solo per fare alcuni nomi, ci saranno i balletti di Momix e Scapino Ballet, il teatro di Natalino Balasso, la musica dei Solisti Veneti e dell’Orchestra di Padova e del Veneto, oltre al Bassano Jazz Festival, lirica, spettacoli per bambini e molto altro ancora.

Si parte il 27 giugno a Monte di Malo (VI) con il monologo musicale di Andrea Pennacchi dal titolo “La Grande Guerra una feroce primavera”, che racconta la storia di un giovane soldato che parte per la guerra.

Per il programma di questa edizione, vi rimando al sito del Festival, www.operaestate.it.

Qui sotto alcune foto della conferenza stampa che si è svolta giovedì 29 maggio al Teatro La Fenice di Venezia.

Operaestate 2014

Operaestate Festival Veneto 2014: cibiamoci di cultura

Sabato, 31 Maggio 2014 08:57

300 serate di spettacolo in 40 “città palcoscenico” del Veneto per un’estate densa di cultura: bastano i numeri a spiegare quanto ricco e stimolante sia il programma della 34° edizione di Operaestate Festival Veneto 2014, che animerà Bassano del Grappa per quasi tre mesi, coinvolgendo tutta la Pedemontana Veneta e non solo, e che anche quest’anno abbiamo promosso come Regione del Veneto.

Dal 27 giugno al 21 settembre, artisti di fama e giovani promesse provenienti da ogni parte del mondo si alterneranno sui palcoscenici del Veneto per spettacoli di danza, musica, teatro e cinema d’autore. Solo per fare alcuni nomi, ci saranno i balletti di Momix e Scapino Ballet, il teatro di Natalino Balasso, la musica dei Solisti Veneti e dell’Orchestra di Padova e del Veneto, oltre al Bassano Jazz Festival, lirica, spettacoli per bambini e molto altro ancora.

Si parte il 27 giugno a Monte di Malo (VI) con il monologo musicale di Andrea Pennacchi dal titolo “La Grande Guerra una feroce primavera”, che racconta la storia di un giovane soldato che parte per la guerra.

Per il programma di questa edizione, vi rimando al sito del Festival, www.operaestate.it.

Qui sotto alcune foto della conferenza stampa che si è svolta giovedì 29 maggio al Teatro La Fenice di Venezia.

Operaestate 2014